elettromiografia

elettromiografia

PRENOTA LA TUA ELETTROMIOGRAFIA

Tel+39 051 9714397

Elettromiografia

Cos’è?

L’ elettromiografia (EMG), è un esame strumentale che viene utilizzato per effettuare la diagnosi di malattie di nervi, come le neuropatie, e dei muscoli, come le miopatie.

Lo studio elettromiografico si avvale di due metodiche fondamentali: l’ elettroneurografia (ENG ) e l’ elettromiografia propriamente detta (EMG).

 

Come funziona e a cosa serve?

Tali tecniche si eseguono in successione e sono complementari per la diagnosi, per tale motivo spesso con il termine elettromiografia si intende anche quello di elettroneurografia.

In particolare L’ENG registra le variazioni del campo elettrico nei tronchi nervosi durante la trasmissione degli impulsi, mediante l’utilizzo di stimoli elettrici, avvertiti dal paziente come una breve “scossa”, somministrati quasi sempre con elettrodi che si appoggiano sulla cute (“elettrodi di superficie”).

L’EMG si occupa invece della registrazione delle variazioni del campo elettrico che si verificano nei muscoli in diverse condizioni (a riposo, durante una contrazione  volontaria e progressiva fino al massimo sforzo e durante una contrazione media sostenuta); si effettua inserendo aghi più o meno lunghi, in relazione alla dimensione del muscolo da esaminare.

 

Quando si applica?

L’ENG/EMG trova applicazione in diverse patologie.

– intrappolamenti, come quello del nervo Mediano al polso nella Sindrome del Tunnel Carpale o del nervo Ulnare nella doccia olecranica (al gomito)

– neuropatie periferiche (cause più frequenti: diabete mellito, alcolismo, carenza di vitamina B12 e tiamina, infezioni, neoplasie, vasculiti, disglobulinemie,..)

-radicolopatie spondilosiche ed ernie discali con impegno intraforaminale.

-plessopatie, come la sindrome dell’egresso toracico

-patologie di origine muscolare: miopatie, distrofia muscolare, polimiosite, miotonie..

-patologie della placca neuromuscolare (Miastenia Gravis e Sindrome di Lambert-Eaton)

– patologie dei motoneuroni inferiori (spinali e bulbari, come nella Sclerosi Laterale Amiotrofica, ecc.)

 

Come ci si prepara all’esame?

Non è necessaria alcuna preparazione per eseguire l’esame elettromiografico. Occorre solo evitare l’applicazione di oli e/o creme e/o unguenti che possano ostacolare la rilevazione delle correnti elettriche.  E’ bene, inoltre, che il paziente riferisca al medico se sta seguendo una terapia con farmaci anticoagulanti, se soffre di disturbi della coagulazione, patologie infettive ed in particolare se è portatore di pace-maker o stimolatori. 

PRENOTA LA TUA ELETTROMIOGRAFIA

Tel+39 051 9714397