Dott. Stefano Boriani

  • Dott. Stefano Boriani

  • Specializzazione

    Ortopedia

ORTOPEDIA

CURRICULUM

Medico in chirurgia Vertebrale a indirizzo Oncologico e Degenerativo, il Dott. Boriani ha esercitato la sua attività medico-chirurgica presso l’Istituto Rizzoli, l’istituto Codivilla Putti a Cortina d’Ampezzo e presso il Centro Traumatologico Ortopedico di Bologna.

Fa parte del team dell’ Istituto ortopedico Galeazzi di Milano e svolge attività di ricerca presso il Centro Tumori dell’Istituto Rizzoli.

La maggior parte della sua attività professionale è dedicata alla Traumatologia dello scheletro, trattamento delle Infezioni ossee, all’Ortopedia Generale.
L’intensa attività nel campo della diagnosi e del trattamento dei tumori vertebrali ha consentito al dott. Boriani di sviluppare un Sistema di Stadiazione dei Tumori Vertebrali dedicato alla archiviazione elettronica dei casi e alla pianificazione della chirurgia in rapporto alla estensione locale (WBB Staging System).

Combinato con la classificazione di Enneking dei tumori ossei consente di scegliere il trattamento più opportuno.
Si tratta di un sistema ampiamente utilizzato nel mondo, costantemente citato nella gran parte dei lavori scientifici dedicati allo studio e al trattamento dei tumori vertebrali.
Nell’ambito del gruppo di studio internazionale del quale è stato co-chairman e ora membro dello Steering Commeetee, ha collaborato allo sviluppo del SINS (Spine Instability Neoplastic Score), un sistema di stadiazione in grado di prevedere il grado di stabilità o di rischio di frattura di una vertebra affetta da una neoplasia.
Scopo di questo sistema è di promuovere una migliore interazione fra i diversi specialisti coinvolti nel trattamento multidisciplinare delle neoplasie vertebrale.
Assieme al suo collaboratore Dr. Gasbarrini ha messo a punto una Flow-Chart per il trattamento delle metastasi vertebrali. Si tratta di un percorso terapeutico basato sulle caratteristiche cliniche locali e sistemiche del singolo paziente, che si trova così al centro della scelta terapeutica.

Una caratteristica di questa Flow-Chart, che la differenzia da altre classificazioni e stadiazioni è di basarsi su protocolli e collaborazioni multidisciplinari e di potersi man mano adattare ai progressi sia chirurgici che radioterapici e oncologici.

Stefano Boriani ha infine fondato una associazione di volontariato per supportare l’attività di medici e operatori sanitari in Mozambico. Si tratta di MSA (Medical Support for Africa), mediante la quale è stato possibile formare specialisti, fornire materiale sanitario, collaborare alla costruzione e al funzionamento di strutture assistenziali.